"In difesa dell'inventore, con lo scudo dei brevetti,

all'insegna delle invenzioni promotrici del progresso..."

english version deutsch version

banner_finanziamenti

BANDO NAZIONALE – GRANDI PROGETTI R&S

L’obiettivo del bando è duplice:

– promuovere uno sfruttamento ottimale delle tecnologie ICT per favorire l’innovazione, il risparmio, la crescita economica, la crescita occupazionale e la competitività, ottenendo vantaggi socio-economici sostenibili grazie a un mercato digitale unico basato su Internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili (Decreto MiSE 15 ottobre 2014, “Agenda Digitale”);

– favorire la crescita sostenibile, per promuovere un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva (Decreto MiSE 15 ottobre 2014, “Industria Sostenibile”).

Dotazione finanziaria
Prevede uno stanziamento complessivo di risorse pari a 329 milioni di euro. Di questi, 247 fanno riferimento alle risorse FRI sotto forma di finanziamenti agevolati, mentre 82 sono previsti come contributi diretti alla spesa da parte del FCS.

Beneficiari
Imprese di qualunque dimensione che esercitino Attività Industriali, Agroindustriali, Artigiane, di Servizi all’Industria e i Centri di Ricerca.
Sono ammissibili anche le imprese start-up innovative che esercitano le predette attività, e gli spin-off degli organismi di ricerca.
Le domande possono essere presentate anche da Imprese aggregate per un massimo di cinque coproponenti; in tal caso, l’aggregazione si fonda sullo strumento del Contratto di Rete, o in alternativa del Consorzio o dell’Accordo di Partenariato.

I progetti ammissibili
I progetti possono essere realizzati su tutto il territorio nazionale e devono avere una durata non superiore ai 36 mesi.

Possono essere realizzati singolarmente o in aggregazione, e, come detto in precedenza, per un progetto di investimento con un importo compreso fra 5 e 40 milioni di euro.

Spese ammissibili
Tra le spese ammissibili troviamo:

– personale dipendente o in rapporto di collaborazione, o anche a titolare di specifico assegno di ricerca;
– strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione;
– servizi di consulenza (licenza dei risultati di ricerca, brevetti e know-how);
– spese generali calcolate su base forfettaria;
– materiali utilizzati per il progetto.

Termini e modalità di presentazione delle domande
Il decreto direttoriale 2 ottobre 2019 prevede l’apertura dell’intervento agevolativo il 26 novembre 2019, con possibilità di precaricare la documentazione prevista dal bando a partire dal 10 ottobre 2019.

La domanda deve essere redatta e presentata in via esclusivamente telematica selezionando una delle due procedure disponibili nel sito internet del Soggetto gestore (https://fondocrescitasostenibile.mcc.it), a seconda che si intenda presentare la domanda a valere sul bando Agenda digitale o a valere sul bando Industria sostenibile.

Per maggiori informazioni, cliccare qui >>.


<< tutti i finanziamenti

To use reCAPTCHA you must get an API key from https://www.google.com/recaptcha/admin/create