Si apre la prima edizione del concorso “Intellectual Property Award 2019”, organizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) in collaborazione con la Direzione Generale per la lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e NETVAL, il network per la valorizzazione della ricerca universitaria.

L’iniziativa è rivolta ad inventori di Università italiane, enti pubblici di ricerca e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS), che sfruttano le loro capacità tecniche, scientifiche e intellettuali per dare un contributo al progresso tecnologico e alla crescita economica, migliorando così la vita quotidiana.

Il concorso conferma l’impegno delle istituzioni nella valorizzazione dei titoli di proprietà industriale e riconosce gli enti di ricerca come una delle principali fonti di conoscenza scientifica e tecnologica a disposizione dell’economia nazionale: il trasferimento delle conoscenze acquisite dalla ricerca scientifica e la loro applicazione ai diversi settori economici contribuisce allo sviluppo sociale, culturale, educativo ed economico del Paese.

In particolare, il brevetto rappresenta uno dei principali strumenti per realizzare il trasferimento tecnologico e costituisce il primo passo per tutelare l’invenzione da uno sfruttamento non autorizzato. È importante quindi motivare i ricercatori a brevettare le proprie scoperte, poiché ciò porta a vantaggi su diversi livelli: da un lato la presenza di un brevetto può suscitare l’interesse delle aziende che, acquisendolo, hanno l’opportunità di beneficiare dei vantaggi competitivi derivanti da tale diritto di esclusiva; dall’altro lato l’ente di ricerca ha l’occasione di recuperare nuove risorse che possono poi essere reinvestite per altri studi e per proseguire sulla strada dell’innovazione.

Le categorie in gara in questa prima edizione del concorso sono:
– ICT, intelligenza artificiale, loT, big data, logistica e costruzioni;
– Life science, compresi dispositivi medicali e chimica.

Verranno prese in considerazione le invenzioni industriali risultanti dalle schede brevettuali presenti sulla piattaforma Knowledgeshare, realizzata dalla Direzione Generale dell’UIBM, NETVAL e Politecnico di Torino.

Possono far parte delle candidature le domande di brevetto depositate negli ultimi 5 anni, purché aventi priorità italiana e ancora in vita alla data del bando. Per ciascuna delle macro-categorie, verrà assegnato al primo in classifica un contributo di Euro 10.000 e al secondo la partecipazione gratuita alla Netval Summer Conference 2019.

E’ possibile trovare ulteriori informazioni riguardanti il concorso consultando il testo integrale del bando al seguente link.

Per qualsiasi domanda o informazione su come tutelare le vostre invenzioni, ricordiamo che il nostro Studio vanta una grande esperienza in ambito brevettuale che i nostri consulenti sono sempre a disposizione per fornire la loro migliore consulenza in materia.


pdf scarica PDF »

Codice ISSN 2531-4505