Con l’approssimarsi della manifestazione fieristica GOLD/ITALY, cogliamo l’occasione per affrontare il tema della tutela della Proprietà Industriale in fiera con alcuni consigli per tutelarsi al meglio.

Innanzitutto segnaliamo che è opportuno tutelare i propri diritti di Proprietà Industriale, tramite depositi presso gli Uffici Brevetti e Marchi di competenza, prima della fiera. In particolare, ricordiamo che i Brevetti per Invenzione e i Brevetti per Modello d’Utilità devono essere depositati prima di essere divulgati e resi pubblici, pena la nullità del Brevetto stesso.

E’ altresì bene ricordare che, qualora l’oggetto che si vuole tutelare non goda del requisito di attività inventiva richiesto per l’ottenimento di un Brevetto ma presenti un’estetica originale tale da differenziarsi dalle forme già esistenti di oggetti simili, è possibile tutelarsi con la registrazione del Modello o Design.

La registrazione del Design conferisce al titolare il diritto di impedire a terzi, a meno di propria autorizzazione, la fabbricazione, l’offerta, la commercializzazione e l’importazione di un prodotto riproducente le caratteristiche estetiche protette.

A tal riguardo, è sempre consigliabile procedere al deposito prima di divulgare il Design per potersi azionare in maniera celere in caso di contraffazione. Tuttavia è possibile usufruire, in alcune giurisdizioni tra cui l’Unione Europea, di un periodo di tolleranza che consente di immettere sul mercato il proprio prodotto durante alcuni mesi che precedono il deposito della domanda, senza che ciò faccia venir meno il requisito della “novità”. Qualora la divulgazione sia avvenuta prima del periodo di tolleranza, non è più possibile depositare validamente un Design.

Analogamente ai titoli di Proprietà Industriale sopra citati, anche per i Marchi è consigliabile presentarsi in fiera con il Marchio d’azienda e di prodotto già depositato.

Il Marchio garantisce al proprietario il diritto di impedire a terzi di depositare un Marchio successivo uguale o simile al proprio, per classi di prodotti o servizi identiche o affini, o di farne uso senza il consenso del titolare. Ciò permette al titolare di distinguere i propri prodotti in modo chiaro e inconfondibile agli occhi del consumatore rispetto a quelli delle aziende concorrenti.

Prima della manifestazione, è importante accertarsi se la specifica fiera ha al suo interno un ufficio preposto a gestire eventuali situazioni contraffattorie. Spesso infatti la fiera mette a disposizione un servizio di pronto intervento dove ottenere la prima assistenza. Tuttavia è bene contattare successivamente il proprio consulente brevettuale per valutare la strategia in caso di contraffazione. Diffidare da consulenti non specializzati o non preposti dalla fiera stessa.

Durante la fiera è importante adottare alcune cautele al fine di controllare e limitare l’esposizione, prestando attenzione ai visitatori che potrebbero non essere “veri” visitatori, non consentendo che nel proprio stand vengano scattate foto o non consegnando prototipi se non dopo aver verificato l’affidabilità del visitatore. E’ altresì consigliabile monitorare i prodotti in mostra alla fiera per vedere se ce ne sono alcuni che possono essere una contraffazione dei propri diritti.

Qualora si scopra una contraffazione, si può scegliere se intraprendere un’azione immediata per interrompere l’esposizione del prodotto (qualora la fiera abbia un servizio di pronto intervento) o invece raccogliere prove per intraprendere un’azione in un momento successivo.
In tal caso è importante raccogliere le prove della contraffazione, ad esempio scattando foto, ottenendo campioni e, se possibile, effettuando un acquisto eventualmente comprovato da atto notarizzato.

Ricordiamo che il nostro Studio è a disposizione per assistervi nelle operazioni di deposito dei vostri Brevetti, Design e Marchi nonché per fornirvi assistenza legale in caso di contraffazione.

pdf scarica PDF »